LA DIETA A ZONA (BIANCA)

 

E niente, mentre siamo qui  spiaggiati sul divano fra totogoverno, Bridgerton, una maratona di Mentana, i dati sul covid, aspettando l’insediamento di Biden dopo i fattacci dell’attacco a Capitol Hill (cosa che mai mai avrei immaginato di vedere, sembrava uno di quei filmoni dove devono salvare il Presidente degli Stati Uniti da un attacco terroristico e sparano tutti come se non ci fosse un domani), e niente, dicevo, vorrei proporvi l’ascolto di questo pezzo del Trio Medusa su Radio Deejay. Tema: la suddivisione dell’Italia in zone colorate rosse arancioni e gialle, ma soprattutto gli 11 (fanta) criteri per entrare nell’ambitissima – quanto (ad oggi) inesistente –  zona bianca.

Il pocast lo trovate qui, sotto invece uno spoiler.

N.B.: criteri per entrera in zona bianca sono 11, perché 11 sono i mesi trascorsi dal primo DPCM.

Quindi:

#11 prevede che non ci sia stato un solo colpo di tosse negli ultimi 16 mesi da parte di nessun cittadino della regione

#10 i suddetti cittadini non devono aver detto parolacce negli ultimi due anni né bestemmie negli ultimi sei

#9  disponibilità dei cittadini a sacrificare i figli primogeniti al dio Anubi (ennesima concessione verso l’Egitto)

#8 L’RT non solo deve  inferiore allo 0.5,  ma deve essere contemporaneamente pari e dispari

#7 il governatore della regione deve essere in grado di sparare anticorpi dai polsi (tipo Spiderman ma versione De Luca)

#6 assenza totale dalla regione di anziani (e qui, visto l’andazzo, mi sa che ci arriveremo)

#5 presenza contemporanea costante di tre arcobaleni nel cielo della regione (volendo anche di un mini pony)

#4  il vaccino anti covid deve essere prodotto da coltivatori locali, rigorosamente a km zero

#3 in ogni regione almeno il 40% delle terapie intesinve deve essere in cioccolato (possibilmente fondente al 97%)

#2 minimo 10 comuni all’interno della regione devono essere stati finalisti a Mezzogiorno in Famiglia  (vale solo il 1998, l’anno in cui condussero Andrea Roncato e Simonetta Martone)

#  1 Infine alla posizione numero uno della classifica, secondo l’attuale DPCM, per entrare in zona bianca il nome della regione deve cominciare per Z (la Zumbria forse?)

No tags 0