Minorca: occhi, mente e cuore

Minorca: occhi, mente e cuore

Dove eravamo rimasti?Ah, giusto, vi dicevo che vi avrei raccontato. Beh, intanto, io a Minorca ci ritorno: #sapevatelo. Che dire del primo viaggio #tuttegiuperterra con la mia amica Silvia Lanza?

Primo, che ho viaggiato con l’Ufficio Stampa di Turismo Torino, che è un’esperta di viaggi. Mica bau bau micio micio: organizzatrice nata, non abbiamo perso di vederci manco un angolino de la isla.

Gioia

Gioia

Rubrica Se ne parla…Dal trono allo spot

 

Emilia clarke a prova di spaghetto

Emilia clarke a prova di spaghetto

Niente è così rivelatorio del carattere di una persona come il rapporto con il cibo…i due più tenebrosi e belli della serie Game of Thrones non mangiano solo cosciotti di montone o zuppe (o meglio sbobbe) di radici: la bella Emilia Clarke, Regina dei Draghi Daenerys Targaryen si abbuffa di spaghetti, mentre il fascinoso Lord Snow Guardiano della Notte, l’attore Kit Harington, sorride davanti a un vassoio di babà al rum. Succede nell’ultimo spot del profumo The One di Dolce e Gabbana, girato da Matteo Garrone nei vicoli di Napoli. Un trono val bene uno spaghetto.

VAI ALL’ARTICOLO COMPLETO >>

Io vado, voi che fate?

Io vado, voi che fate?

Sì, perché predicare bene e razzolare male non  è cosa.  Per noi di #tuttegiuperterra ancora meno. Quindi me ne vado una settimana a Minorca con la mia amica Silvia (che ringrazio veramente tanto per tutto). Ci ospiterà Gloria Vanni al B&B Casa Bonita http://www.lessissexy.com/minorca-casa-bonita/. Non vedo l’ora di conoscere Gloria di persona.

Anche i draghi mangiano spaghetti

Anche i draghi mangiano spaghetti

Italian food rulez. nel mondo. nei cinque continenti. Anzi, nei Sette Regni. Non c’entra Massimo Bottura e il fatto che sia stato il numero uno della San Pellegrino World 50 Best, non c’entra la cena Italian menu offerta, secoli orsono, da Obama a Renzi e al Governo Italiano alla White House. Stiamo parlando del nuovo spot di The One, il profumo di Dolce e Gabbana. Interpretato da Kit Harrington e da Emilia Clarke, i belli, fascinosissimi e carismatici Lord Guardiano della Notte Jon Snow e la Regina dei Draghi Daenerys Targaryen del Trono di Spade.

Contaminazioni per una giusta causa

Contaminazioni per una giusta causa

Sei pizzaioli hanno dato vita, all’Apogeo in Versilia, a una serata benefica a favore dell’associazione #tuttegiuperterra

Quella di un lunedì di un mese fa a Pietrasanta in Versilia è stata una serata speciale e non perché sei pizzaioli si sono ritrovati a cucinare tutti assieme, un forno interno e un secondo in giardino. Speciale era il motivo che il 31 luglio li ha portati all’Apogeo di Massimo Giovannini: raccogliere fondi per sostenere l’associazione Tutte giù per terra promossa da Francesca Martinengo che ha scritto sul retro del menù: «#tuttegiuperterra non è un semplice hashtag. Per me è una parola portafortuna, per noi una parola d’ordine. Io sono Francesca e soffro di paraparesi spastica genetica. Ovvero, per qualche – a me oscuro motivo -, forse il karma, forse nella mia vita precedente mi sono macchiata delle peggio nefandezze. Insomma, dicevo, per qualche ragione sconosciuta, nel mio Dna un gene ha subito una mutazione per cui sono affetta da questa malattia rara che gradualmente irrigidisce i muscoli delle gambe».

CONTINUA A LEGGERE>>>

http://www.identitagolose.it/sito/it/209/17477/mondo-pizza/contaminazioni-per-una-giusta-causa.html?p=0

 

Achille Muzzarelli: fra famiglia, pasta e passione

Achille Muzzarelli: fra famiglia, pasta e passione

Classica o regionale: la focaccia gourmet si trova in pasticceria

Classica o regionale: la focaccia gourmet si trova in pasticceria

Time to say goodbye

Time to say goodbye

Ovvero: i saluti di fine stagione. Quelli che è una legge non scritta fare quando agosto finisce e torni a casa. Un rito al quale non puoi sottrarti.

Non siamo mai contenti

Non siamo mai contenti

No, non siamo mai contenti. Fine agosto nelle spire dell’anticiclone Polifemo, e, sì, fa caldo. ma c’è da dire che perlomeno, e per il momento, il sole ci sta risparmiando la malinconia di giornate piovose pre – settembrine.

Siamo agli sgoccioli

Siamo agli sgoccioli

 

 

Ragazzi (e mi sto rivolgendo alla fascia 16 – 18), ricordate i gavettoni a giugno, all’uscita l’ultimo giorno di scuola? Con tanto di radio a palla che sparava Senza pagare di Fedez & J – Ax. E le ormai classiche abluzioni nella fontana di Piazza Castello (o in ogni altra fontana di qualsiasi altra città)? Ecco, ripigliatevi, perché è fine agosto e fra poco le porte della vostra scuola/liceo/istituto/università si riapriranno.

Identità golose – storia, modernità, gusto: tutto il buono di Da Caino

Identità golose – storia, modernità, gusto: tutto il buono di Da Caino

Identitagolose.it – Valeria Piccini, cuoca icona della gastronomia maremmana, non si stanca di raccontare la sua terra, piatto dopo piatto. Valeria Piccini va fiera, giustamente, della sua storia; e anche se l’ha raccontata molte volte, non è stanca di ripercorrerla e ricordarla. Fa bene, perché il suo è un percorso significativo, importante, che dovrebbe ispirare i tanti che oggi desiderano lavorare nel mondo della ristorazione. La storia di una ragazza che ha iniziato a lavorare nel bar della famiglia dell’allora fidanzato, poi compagno di vita in tutto e per tutto, Maurizio Menichetti.

VAI ALL’ARTICOLO >>

Agosto Blues

Agosto Blues

Dopo Ferragosto, in qualsiasi luogo o lago ci si trovi, arriva la malinconia per il rientro ormai alle porte. Finalmente, grazie alla Pina di Radio Deejay, questa nostalgia canaglia ha un nome: si chiama August Blues ed è paragonabile all’ansia che giunge puntuale ogni domenica verso le 18, quando il pomeriggio e Domenica Live stanno giungendo al termine.

Italia a tavola – valeria piccini, abbinamenti “invernali”  con i vini le potazzine e gianfranco fino

Italia a tavola – valeria piccini, abbinamenti “invernali” con i vini le potazzine e gianfranco fino

Italiaatavola.net – Valeria Piccini, abbinamenti “invernali” con i vini Le Potazzine e Gianfranco Fino.

Con l’estate che passa riaffiora la voglia di cene invernali, come quella delle tre M, dove la cucina della cuoca della Maremma è stata abbinata ai vini di Le Potazzine (Montalcino) e Gianfranco Fino (Manduria).

LEGGI L’ARTICOLO >>

Oddio cosa mi porto

Oddio cosa mi porto

 

Tanto sarà capitato a tutte, non è che vi dica niente di nuovo.

Quest’anno (come ogni anno) eravamo tutte convintissime di partire per le vacanze con l’unico bagaglio di uno spazzolino e un paio di mutande, poi come al solito ci siamo ritrovate ad arrancare trascinandoci dietro un trolley enorme che siamo riuscite a chiudere solo mettendoci sedute sopra. Il problema, che si trascina dalla notte dei tempi – e dalla notte dei tempi totalmente incompreso dall’universo maschile – è che a seconda della destinazione del viaggio non sappiamo bene cosa ci aspetterà.