Covid fatigue: rimedi fantastici (e come trovarli)

Featured

 

Se penso che è passato più di un anno dall’inizio di ‘sta storia. Archiviati i cori dai balconi e le lenzuolate di ‘andrà tutto bene’ (che poi non è stato così, anzi), ora siamo tutti stanchissimi, e anche un po’ rassegnati, con il vaccino che fa stop and go, i furbetti (sempre del vaccino) che sgomitano, mi vaccino io, no tu no. Insomma, sfiniti e nella morsa della Covid fatigue. Una forma di stanchezza cronica, che si manifesta quando vi spalmate sul divano fissando un punto nel vuoto, vi sentite esausti di nulla, e vi sale la nebbia al cervello: ecco, quella.

Cronache settembrine: Venezia, #metoo del 1300 e il Fashion New Normal

Cronache settembrine: Venezia, #metoo del 1300 e il Fashion New Normal

 

Un po’ di gossip, anche per distrarci da tutte le incredibili brutture che stiamo vedendo e vivendo, va sempre bene. Va bene la prova provata che i grandi amori non finiscono/ fanno dei giri immensi e poi ritornano/. Se ritornano anche quelli di  JLo – Ben Affleck, allora c’è speranza un po’ per tutte le minestre riscaldate.

Cenerentola inclusiva & la gallina che fa tendenza

Cenerentola inclusiva & la gallina che fa tendenza

 

 

Oggi esce il film Cenerentola su Amazon Prime La particolarità è che non sarà una Cenerentola come ce la ricordiamo, cioè: parte dell’impianto della fiaba resta in piedi, la fanciulla che vive nel sottoscala di una villa – castello con le due sorellastre e la matrigna, topolini che parlano e tanto di principe.

I consigli di Nicoletta Romanazzi per un rientro a regola di mental coach (olimpico)

I consigli di Nicoletta Romanazzi per un rientro a regola di mental coach (olimpico)

Rientro dalle vacanze. Come ci si motiva a tornare in ufficio? E come possiamo essere più ‘carichi’ tutto l’anno alla scrivania, sul luogo di lavoro o nel prepararci ad affrontare gli esami universitari? Lo chiediamo a Nicoletta Romanazzi, la mental coach che ha allenato atleti che hanno trionfato alle recenti Olimpiadi di Tokyo come Marcell Jacobs – oro nei 100 metri e anche nella staffetta 4x 100, ma anche Luigi Busà, altra medaglia d’oro nel Kumite e Viviana Bottaro, bronzo nel Kata, e che segue anche calciatori di serie A (da Sensi a Zappacosta, da Perin a Vecino).

>>> CONTINUA A LEGGERE

Apre a Roma Mama Shelter, l’hotel più eccentrico che c’è

Apre a Roma Mama Shelter, l’hotel più eccentrico che c’è

Sul cuscino non troverete il classico cioccolatino ma la maschera da Spider-Man o da Darth Vader (o da Gatto Silvestro) e se la richiederete sarà disponibile anche la «Sexy Mama Box» con giochi vari e condom multicolor. Benvenuti nel mondo divertente e trasgressivo di Mama Shelter, iconica catena di hotel che da pochissimo ha aperto anche a Roma. Da Parigi a Los Angeles, da Londra a Rio de Janeiro gli hotel Mama sono colorati, festaioli, sopra le righe.

>>>CONTINUA A LEGGERE

Erin Busbee, Sex in the City 3 e l’adaptive outfit

Erin Busbee, Sex in the City 3 e l’adaptive outfit

La notiziona per quanto riguarda la moda adattiva è che mi ha risposto la mitica Erin Busbee. Erin è una stylist molto conosciuta negli States (è stata in onda con Good Morning America come style guru), prima di aprire il suo blog e il suo canale you tube, dedicati come lei stessa dice, alle donne over 40 che vogliono elevare il proprio stile.

Lavatrici spaziali

Lavatrici spaziali

photo: NASA, Furtsteff/iStock

Ora tutto torna: i pezzi si incastrano perfettamente. Nel 2022 Samantha Cristoforetti sarà a capo della nuova missione sulla Stazione Internazionale ISS: ecco perché finalmente sarà installata in una toilette per astronaute donne (di cui ho già parlato qui). Probabilmente Samatha si è imposta, per la serie ”Ok, torno lì. Però almeno datemi un wc”. Il che sarebbe già il minimo sindacale. Ma ecco il colpo di scena dalla Nasa: “Ok, Samantha. ti mettiamo il bagno, tu però fai il bucato”. Infatti, proprio a partire dal 2022 e sempre sulla Stazione Spaziale, gli astronauti potranno fare la lavatrice. Perché (e diciamolo sinceramente, che non ci abbiamo mai pensato) uno dei (molti) problemi per chi va nello spazio è anche quello di doversi portare tante magliette – e soprattutto tanta biancheria, quanti sono i giorni in cui ‘si sta su’. Un po’ come quando vai in vacanza e sai che non potrai lavare niente. Solo che poi un mini bucato mentre sei sotto la doccia in hotel lo fai, nello spazio no. Chiaramente il non poter avere vestiti puliti quando sei in orbita (e non si possono aprire le finestre) è un problema perché “per gli astronauti – spiega Amy Krehbiel, brand VP per NA Laundry presso Procter & Gamble – sentirsi puliti migliora semplicemente la qualità della vita in un luogo così alieno, riducendo le distrazioni dai compiti importanti da svolgere a bordo”. E grazie, vorrei dire.

Quindi pare che adesso la NASA abbia stretto una collaborazione con Tide, un brand di detersivi appunto del colosso Procter & Gamble per poter fare le lavatrici nello spazio. Le ‘prove’ di lavaggio cominceranno proprio nel 2022, quindi saranno parte degli esperimenti che porterà avanti la Cristoforetti. D’altronde le conoscenze rilevate dal fare lavatrici a minor consumo di acqua possibile verranno riportate sulla Terra, per ridurre il consumo di acqua ed energia per i 25 miliardi di carichi di bucato annui che si stimano soltanto in Nord America.

Un pensierino, devo dire la verità, l’ho fatto sul dato che nella stazione spaziale anche le urine vengono riciclate e filtrate come acqua potabile, quindi può darsi che ti ritrovi le tue magliette lavate con la pipì del/della collega. Comunque, non sarà questo a fermarci. Non vorrei però che, dopo tanti anni di conquiste faticose, si iniziasse a replicare anche nello spazio il ruolo – clichè della donna, astronauta sì, ma sempre massaia: cioè dalla lavatrice spaziale all’aspirapolvere e a spicciare la polvere su tutta l’ISS è un attimo. Casalinghe disperate nello spazio

Lo yoga anti tristezza si fa con le mani

Lo yoga anti tristezza si fa con le mani

Parola di La Pina che usa i Mudra per tenere a bada ansia e paure e ne ha raccolti 40 in un nuovo libro. Sono semplici posizioni delle dita che puoi praticare ovunque e in qualsiasi momento. Con effetti potenti su mente e fisico.
Paura, malessere, tristezza… In tempi difficili come questi si prova tutto ciò che ci possa dare sollievo. E La Pina, famosa e simpaticissima conduttrice di Radio Deejay, è riuscita a trovare un rimedio accessibile a tutti, gratis e senza controindicazioni: i Mudra, ovvero le posizioni yoga per le mani. Ne ha scelti 40 e li ha raccolti in un nuovo libro, I love Mudra.

VAI ALL’ARTICOLO >>

Moda adattiva: i capi basic

Moda adattiva: i capi basic

 

 

Prima regola: andare sui capi basic. Vale per anche per l’abbigliamento adattivo.

Perché, ovviamente, prima di pensare alle ‘varianti’ o ai pezzi più di tendenza, è necessario assicurarsi di avere i pezzi base del guardaroba.

Come rientrare al lavoro con serenità dopo l’emergenza Covid

Come rientrare al lavoro con serenità dopo l’emergenza Covid

Tornare alla scrivania e al proprio luogo di lavoro dopo un anno di smart working può non essere facile. Come “organizzarsi” mentalmente? I consigli della psicoterapia, della coach e della stylist.

VAI ALL’ARTICOLO >>

Fumo: dieci motivi per spegnere la sigaretta e accendere la salute dell’ambiente

Fumo: dieci motivi per spegnere la sigaretta e accendere la salute dell’ambiente

Un decalogo da tenere a mente, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco. Se per smettere di fumare non basta sapere che il fumo fa male e che ogni anno uccide 7 milioni di persone (il COVID 19 ne ha uccise in un anno circa un milione) allora pensiamo ad altri motivi che potrebbero farci smettere, tipo salvare la Terra. Sì, perché fumare una sigaretta è fumarsi un po’ di pianeta. Nel suo libro Hai da spegnere? (Sonzogno) Giulia Veronesi, direttrice del programma di Chirurgia robotica toracica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, ci racconta le dimensioni finora ignorate del fenomeno fumo.

In vacanza con il vax Vampiro & altre storie

In vacanza con il vax Vampiro & altre storie

Notizie di questi giorni:

#1Riparte il turismo, e non solo in Italia. Chi fa leva sulla corsa degli Europei al vaccino unita alla voglia di viaggiare, sono quelli dell’Ente del Turismo della Transilvania: che infatti propongono il pacchetto visita al castello di Dracula + vaccino.

Giuseppina Sansone: capi essenziali anche nell’adaptive fashion

Giuseppina Sansone: capi essenziali anche nell’adaptive fashion

 

Iniziamo la collaborazione con la stylist torinese Giuseppina Sansone, consulente di immagine e docente di Image Consulting presso l’Accademia del Lusso di Milano, focalizzandoci sui capi base che non devono mai mancare nel guardaroba di OGNI donna (includendo tutte le categorie disability e ability). Giuseppina ci aiuterà a orientarci in quelle che sono le linee guida generali dell’abbigliamento adaptive; per poi approndire nelle prossime ‘puntate’, dandoci tips and tricks di portabilità e scegliando, fra i capi più di tendenza nella prossima estate, quelli adatti anche a vestire donne in carrozzina o con disabilita standing.

I Sentieri dei Frescanti nel territorio del Roero: tornano gli Open Days

I Sentieri dei Frescanti nel territorio del Roero: tornano gli Open Days

Con le preview di maggio si apre una nuova stagione di Open days per visitare i tesori dei Sentieri dei Frescanti, un percorso unico tra siti affrescati, castelli, chiese cittadine e cappelle campestri nel territorio del Roero.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, oltre 1500 ingressi in dieci giornate, con il primo speciale appuntamento di domenica 9 maggio e grazie al fitto calendario che attraversa tutta l’estate e l’autunno, è possibile andare alla scoperta dei Sentieri dei Frescanti, un grande museo artistico diffuso punteggiato da luoghi ricchi di fascino, storia, tradizioni e valore artistico.

La festa della mamma di Casa Oz è per i bimbi malati

La festa della mamma di Casa Oz è per i bimbi malati

 

E’ a donne come Alina che CasaOz dedica la Festa della Mamma di domenica 9 maggio, per Alina e per decine di altre mamme di bambini e ragazzi con disabilità invita a sostenere le sue attività. Alina ha 42 anni e un figlio, Davide, un ragazzino autistico di 12 anni. «Davide ed io frequentiamo CasaOz da circa 10 anni.

CONTINUA A LEGGERE >>>

CON LA PRIMAVERA TORNANO GLI OPEN DAYS: UN RICCO CALENDARIO DI APERTURE GRATUITE PER SCOPRIRE I SENTIERI DEI FRESCANTI E IL TERRITORIO DEL ROERO

CON LA PRIMAVERA TORNANO GLI OPEN DAYS: UN RICCO CALENDARIO DI APERTURE GRATUITE PER SCOPRIRE I SENTIERI DEI FRESCANTI E IL TERRITORIO DEL ROERO

 

Con le preview di maggio si apre una nuova stagione di Open days per visitare i tesori dei Sentieri dei Frescanti, un percorso unico tra siti affrescati, castelli, chiese cittadine e cappelle campestri nel territorio del Roero.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, oltre 1500 ingressi in dieci giornate, con il primo speciale appuntamento di domenica 9 maggio e grazie al fitto calendario che attraversa tutta l’estate e l’autunno, è possibile andare alla scoperta dei Sentieri dei Frescanti, un grande museo artistico diffuso punteggiato da luoghi ricchi di fascino, storia, tradizioni e valore artistico.