Chiacchiere sotto l’ombrellone

Vogliamo parlare dei temi più discussi in questo scorcio d’estate nel luogo più social delle località di vacanza, ovvero sotto l’ombrellone?

Allora, intanto bisogna fare una distinzione fra: persone con cui si è in confidenza e persone con cui non si è in confidenza. E poi, ovvio, tra uomini & donne.

Se non siete in confidenza: il tema principe è, ovviamente, il tempo: più caldo di ieri, meno caldo di ieri, più afoso, più ventilato. Oppure l’acqua (del mare, ovvio): più pulita, meno pulita, fredda, calda, oggi sembra una piscina, oggi ci sono le correnti, ci sono le meduse. Inversamente proporzionale, segue a ruota: lo scorso è stato un inverno freddo/lungo/non passava mai/quest’anno chissà come sarà.

Se siete in confidenza, e vi conoscete da più anni, invece, si va i gossip: quella è ingrassata/quella è invecchiata/l’altra si è separata/mamma tizia come si è rifatta male..

invece quest’estate gli uomini, sia che facciano trent’anni di stessa spiaggia stesso mare, sia che si siano conosciuti sulla battigia cinque secondi prima, parlano di Cristiano Ronaldo. e qui: o si va su toni entusiasti ‘ha vinto cinque volte il pallone d’oro, il campionato per lui è un dettaglio’, oppure ci sono i detrattori ‘se quest’anno non fa vincere la Champions, sai la Juve che figura di m…?’.

Dimenticavo: le chiacchere si possono fare anche con i piedi nell’acqua in riva al mare. E qui gli uomini tendono ad assumere la posizione degli anziani che guardano i lavori: mani dietro la schiena e via sentenziare.

Ma l’argomento principe, quello che unisce tutti gli italiani sulla sèpiaggia, ambosessi,  che si conoscano da una vita oppure da un minuto, è, indovinate, il cibo!

Ci si scambiano ricette, ci si consigliano ristoranti e ‘posticini’ e si spiegano i relativi itinerari per raggiungerli, inoltre ci si confida quali gastronomie in paese abbiano le cose miglioria a quali prezzi.  Finisce che di solito si fa un groppone e si organizza una mega grigliata, invitando anche il bagnino.

E l’argomento cibo risulterà comunque vincente anche nel dopo – vacanze: se è vero che, come ha twittato pochi giorni fa Coldiretti, i souvenir dell’estate 2018 per il 40% degli italiani sono quelli del gusto, ovvero i prodotti tipici. Vuoi mettere che chic un aperitivo a base di bollicine e ‘nduja portata da Tropea, olive da Arma di Taggia, e pecorino dell’Argentario? Vero Sapore di Mare.

No tags 0