Parole o_stili: un manifesto per la comunicazione in rete hate free

Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti nel film Palombella rossa. Le parole sono importanti anche oggi, soprattutto oggi, che siamo travolti da un’overdose di parole provenienti dalla rete, e ne siamo rimasti intossicati. Perché la rete è stato l’unico mezzo a comunicare in questo periodo. Sempre in queste settimane, ci siamo resi conto di quanto taglienti, quanto cariche di odio e di rancore rabbioso, sordi e spaventevoli possano essere le parole sui social: il massimo (negativo) è stato toccato con il caso di Silvia Romano.

VAI ALL’ARTICOLO >>

No tags 0